Oligenesi | Scuola di massaggio

Per Informazioni 800 960 232

Scopri utili informazioni che ti permetteranno di capire meglio come togliere la ricostruzione unghie.

Quando abbiamo una ricostruzione unghie sulle nostre mani è buona norma cercare di mantenere integro il prodotto fino al momento del refill, così da facilitare l’operazione. Se al momento del refill il gel è sollevato o danneggiato l’onicotecnica impiegherà più tempo nella rimozione, perché dovrà togliere i sollevamenti cercando di non danneggiare l’unghia naturale.

Fresa per rimuovere ricostruzione unghie

come togliere la ricostruzione unghie in gel

L’unghia naturale si rinnova in circa quattro mesi o più, in base alla genetica di ogni persona. Per questo motivo non possiamo limarla ogni tre o quattro settimane, altrimenti si assottiglierebbe troppo. Le conseguenze di una eccessiva limatura sono l’indebolimento dell’unghia naturale, la minore durata della ricostruzione unghie e il dolore in lampada. Molto spesso ai corsi base di ricostruzione unghie arrivano ragazze che hanno rimosso da sole il gel o lo hanno fatto rimuovere da qualcuno e le unghie sono talmente rosse e doloranti che hanno difficoltà nello svolgere la parte pratica del Corso. Per questo motivo è fondamentale seguire dei corsi di specializzazione così da saper utilizzare al meglio una lima o la fresa.

rimozione manuale della ricostruzione unghie con lima

Per la rimozione a mano serve una lima da 100 grit, quindi abbastanza aggressiva da riuscire a consumare in fretta il gel, ma serve anche la grana 180, meno aggressiva, con la quale limeremo la struttura che si avvicina alla lamina. 

Se dobbiamo eseguire un refill ovviamente non avremmo bisogno di togliere via tutto, perché potremo lasciare buona parte del prodotto e fare solo una piccola aggiunta sulla ricrescita. Se invece la cliente ci chiede di rimuovere tutto o se il gel è troppo danneggiato e quindi va rimosso completamente, si deve procedere iniziando ad accorciare l’unghia con la grana 100 fino al bordo libero (facendo attenzione a non lasciare le unghie naturali lunghe dopo la rimozione completa del gel, perché altrimenti andranno incontro ad una rovinosa e dolorosa fine), per poi pian piano consumare tutto lo spessore che ci troviamo davanti. Sarà utile compiere dei gesti decisi ma non insistere mai sullo stesso punto troppe volte, altrimenti lo sfregamento produrrà molto calore.

Man mano che ci si avvicina all’unghia naturale alleggeriamo la pressione effettuata con la lima e passiamo alla grana 180. Se il gel è trasparente faticheremo a riconoscere l’ultimo strato, quindi il consiglio è quello di verificare la rigidità dell’unghia costantemente per capire se abbiamo tolto tutto il prodotto.

Rimozione manuale della ricostruzione unghie con lima
Rimozione della ricostruzione unghie con fresa

rimozione meccanica della ricostruzione unghie con fresa

Se utilizziamo una fresa è d’obbligo aver frequentato il corso di manicure dry perché si rischia di arrecare seri danni all’unghia naturale, essendo la fresa uno strumento altamente professionale in grado di compiere fino a 40.000 giri al minuto.

Con la fresa, ogni punta serve per un determinato scopo, ha un grado di aggressività riconoscibile dalle fascette colorate e va utilizzata ad una certa velocità, da calibrare anche in base all’unghia e alla pelle che abbiamo davanti. 

La rimozione con la fresa è sicuramente molto più veloce di quella con la lima, per questo consigliamo di fare un corso di manicure dry subito dopo il corso base di ricostruzione unghie, in modo tale da accelerare le tempistiche del servizio che offriamo alle nostre clienti.

Scopri il Corso di Manicure Dry

Impara l'uso del micromotore e delle punte per ottenere un eccellente risultato estetico
×

Carrello