Search
Generic filters
Massaggi Drenanti: a cosa servono e come si eseguono

Massaggi drenanti: a cosa servono e come si eseguono

I massaggi drenanti affondano le loro radici storiche agli inizi del ‘900. Le tecniche sono state perfezionate con il tempo, raggiungendo oggi eccellenti livelli di efficacia nel favorire la microcircolazione e il drenaggio dei fluidi linfatici, contrastando l’eccessivo ristagno liquido.

Lista dei contenuti

Massaggi Drenanti: flusso linfatico

Massaggi drenanti e flusso linfatico

La linfa è un liquido che, in modo simile al sangue, scorre continuamente nel nostro corpo trasportando le scorie e tutti i metaboliti destinati all’eliminazione, attraverso una fitta rete di vasi linfatici e linfonodi. Il movimento circolatorio della linfa è reso possibile soprattutto grazie alle contrazioni muscolari ed è per questo che il linfodrenaggio manuale favorisce il flusso linfatico, restituendo benessere ed equilibrio al corpo, oltre che generare un risultato estetico.

Il massaggio drenante migliora la circolazione locale e può aiutare a prevenire la formazione di edemi o contribuire alla loro riduzione, qualora presenti. E’ indispensabile quindi che il massaggio sia effettuato da un professionista.

Frequentando un Corso di Massaggio Drenante si impara ad esercitare la giusta pressione e individuare i punti esatti su cui eseguire le tecniche. Il massaggio linfodrenante ha iniziato a diffondersi negli anni trenta grazie agli studi di un biologo Danese, Emil Vodder, le cui tecniche hanno dato origine all’omonimo metodo.

Massaggi Drenanti: contrastare la cellulite

Contrastare la cellulite con i massaggi drenanti

Il massaggio drenante è considerato un eccellente rimedio non invasivo per contrastare la presenza di cellulite e migliorare la circolazione, prevenendo la ritenzione idrica. La cellulite interessa i tessuti connettivi e si verifica quando le cellule adipose aumentano di volume in zone specifiche e circoscritte quali fianchi, glutei e cosce.

La regionalità della cellulite (così come la tendenza ad accumulare adipe in specifiche zone dove il grasso risulta anche più difficile da smaltire) è sostanzialmente legata all’assetto ormonale.

Massaggi Drenanti: amplificarne l'efficacia

Come amplificare l'efficacia dei massaggi drenanti

I massaggi drenanti risultano ancora più efficaci in abbinamento a una dieta pulita e ad una regolare attività fisica, valutando all’occorrenza la possibilità di utilizzare integratori o prodotti ad uso topico. Il trattamento linfodrenante esplica anche un beneficio in termini di rilassamento muscolare: stimolando la circolazione, il drenaggio migliora allo stesso tempo la presenza di leucociti, rinforzando il sistema immunitario.

Gli effetti di una manipolazione linfodrenante sono quindi rilevanti sia per quanto riguarda un risultato estetico sia in relazione al miglioramento del benessere individuale, anche se attualmente la tecnica trova il suo maggior campo di applicazione proprio nella prevenzione e nel trattamento della cellulite e degli inestetismi legati alla ritenzione idrica.

Il massaggio linfodrenante tradizionale viene eseguito con una serie di movimenti lenti e ripetuti, solitamente senza l’utilizzo di oli o sostanze grasse durante la pratica. All’occorrenza l’operatore può utilizzare del talco o dell’amido di riso per migliorare lo scivolamento delle mani sulla pelle del soggetto. Creme, gel e altri prodotti specifici possono essere comunque applicati dopo la seduta.

Massaggi Drenanti: l'ambiente ideale

L’ambiente ideale per eseguire massaggi drenanti

L’ambiente deve essere confortevole e tranquillo, con una temperatura adeguata, suoni, luci calde e opportunamente direzionate e profumi rilassanti, dedicando al trattamento tutto il tempo necessario, senza elementi stressanti o di disturbo. Un lettino riscaldato o una termocoperta, una musica di sottofondo, un diffusore di essenze o un incenso possono contribuire al rilassamento.

L’efficacia dei massaggi drenanti dipende dallo stimolo del flusso linfatico e della circolazione, che viene resa più fluida innescando uno spontaneo ricambio idrico che comporta l’eliminazione delle tossine e favorisce la sintesi di nuove cellule.

Il massaggio che inizia solitamente dalla base del collo e raggiunge gradualmente gli arti, aumenta anche l’apporto dell’ossigeno e del nutrimento alle singole cellule, un aspetto molto importante nei casi di ritenzione idrica.

Massaggi Drenanti: quando vanno evitati

Massaggi drenanti: quando vanno evitati

Applicando le tecniche Vodder vengono eseguiti movimenti lenti e continui, in modo che la linfa riprenda il proprio circolo scongiurando l’accumulo di tossine e liquido all’interno dei tessuti. Grazie a questo tipo di trattamento che esplica anche un effetto rilassante, si innescano il ricambio cellulare e la riparazione di tessuti, ripristinando la naturalità delle forme dal punto di vista estetico e contrastando la cellulite.

Prima del massaggio, l’operatore si informa sullo stato del ricevente e sulla presenza di eventuali problematiche o condizioni che potrebbero essere incompatibili con il trattamento o comprometterne l’efficacia. Il massaggio drenante è di solito sconsigliato nel primo trimestre di gravidanza, a seguito di recenti interventi chirurgici e infortuni, disturbi osteoarticolari o neurologici e in presenza di lesioni superficiali della pelle, che deve risultare integra e pulita.

Massaggi Drenanti: metodo vodder

Massaggi drenanti: il metodo Vodder

Questa tecnica prevede l’utilizzo di una o due mani eseguendo movimenti che assecondano il naturale flusso circolatorio cutaneo e sottocutaneo, a seconda della posizione del linfonodo di riferimento dell’area che si sta trattando. La pressione alterna esercitata dalle mani deve essere dell’intensità corretta e può essere appresa frequentando un corso specifico come il Video Corso Online di Linfodrenaggio Vodder per Gambe Sgonfie.

Secondo il metodo Vodder è fondamentale evitare di irritare la pelle con sfregamenti e movimenti bruschi o scivolamenti non controllati: per questo motivo non sono previsti oli o creme che potrebbero alterare il controllo dell’operatore sulla propria manualità.

La tecnica viene eseguita con movimenti lenti e ritmici, favorendo il deflusso linfatico ed evitando stimoli che potrebbero stressare i vasi, con effetti positivi anche nella riduzione di sintomi dolorosi e sul rilassamento muscolare.

Il massaggio Vodder prevede di iniziare la manipolazione nelle aree linfonodali del tronco per poi proseguire verso braccia e gambe, evitando in ogni caso qualsiasi tipo di arrossamento della pelle. I movimenti sono ritmici e alternano compressioni, tocchi e movimenti circolari.

Corsi consigliati per imparare massaggi ad effetto drenante

Di seguito trovi alcuni dei Corsi che Oligenesi ti propone.

Disclaimer:

Gli articoli contenuti nel blog hanno un puro scopo divulgativo e/o informativo. Non intendono sostituire il parere del medico o di altri specialisti.

Massaggi Drenanti: a cosa servono e come si eseguono
0
    0
    Il tuo Carrello
    Il tuo Carrello è vuoto
      Calculate Shipping
      Inserisci un Codice Promozionale
      ×

      Carrello