Oligenesi | Scuola di massaggio

Per Informazioni 800 960 232

Search
Generic filters

Olio: l'elemento da scegliere per il miglior massaggio

Per quasi tutti i massaggi è indispensabile l’olio: la scelta del prodotto più adatto da utilizzare varia a seconda delle necessità del cliente ma sarà comunque un ingrediente chiave per trarre il massimo beneficio dal massaggio

Innanzitutto: cos’è l’olio da massaggio, e perché scegliere l’uno o l’altro?

Questo prodotto è sempre composto da una base oleosa di origine vegetale a cui vengono spesso aggiunti degli estratti fitoterapici, degli oleoliti o delle essenze vegetali al fine di ampliarne le proprietà e gli effetti, sia per il corpo che per la mente. 

Lo scopo principale dell’olio è quello di agevolare lo scorrimento delle mani del massaggiatore sulla pelle del cliente. La frizione eccessiva può infatti infastidire la persona e creare irritazioni; ma ci sono altri fattori importanti. Le componenti officinali dei diversi oli riescono ad arrivare in profondità proprio grazie alla matrice grassa dell’elemento, che fa da veicolo penetrando a fondo nell’epidermide; inoltre, attraverso l’olfatto, l’olio porta molteplici benefici anche al sistema nervoso, secondo i principi dell’aromaterapia, ormai universalmente riconosciuti anche in Occidente.

Innanzitutto, gli oli da massaggio devono essere tenuti a temperatura ambiente, lontani dalla luce diretta e in contenitori ben sigillati, in modo che mantengano la loro fluidità e non si ossidino.

Ma osserviamo e scopriamo insieme le peculiarità dei più importanti oli da massaggio come quelli di mandorle dolci, di sesamo, di girasole, di crusca di riso e di vinaccioli: ognuno è ricavato dalla naturale spremitura a freddo per mantenere intatte tutte le proprietà, le vitamine A, D ed E ma anche tutte quelle del gruppo B, gli elementi come zinco, selenio e ferro e i sali minerali.

L’olio di mandorle dolci è ricavato dai semi di prunus dulcis, pianta diffusa in tutti i paesi mediterranei; è l’olio più delicato, adatto per i trattamenti della pelle a tutte le età: per i rossori dei neonati, per donne in dolce attesa e per la persone più mature.  Il suo effetto elasticizzante lo rende perfetto contro le smagliature della gravidanza e ha un ottimo risultato come antirughe e come schiarente delle macchie senili. Ha la caratteristica di essere molto lenitivo, non è vischioso e si assorbe facilmente senza lasciare residui sulla cute, perciò è ideale per massaggi con manovre lunghe.

Olio di Mandorle Dolci

L’olio di semi di sesamo deriva da una pianta originaria dell’India, dove già dall’antichità è usato come base per i massaggi ayurvedici. Ha un aroma molto caratteristico, quasi speziato, è forse meglio unirlo a qualche olio essenziale più dolce. Lo caratterizzano la sua alta capacità di penetrazione nell’epidermide e la sua azione purificante, tanto che, secondo la medicina ayurvedica, durante il massaggio riesce a sciogliere non solo le tensioni muscolari ma anche le rigidità articolari. È adatto anche al cuoio capelluto, dove regolarizza la produzione di sebo e rinforza il capello.

L’olio di semi di girasole è conosciuto per la sua leggerezza e la sua fluidità, ed è in effetti usato anche in campo cosmetico oltre che nel massaggio. In quest’ultimo caso è utile in manipolazioni con manovre molto lunghe e per il massaggio posturale. Nel campo estetico è ampiamente apprezzato perché non è comedonico, non ostruisce i pori della pelle, che infatti trae giovamento in ogni punto del viso e del corpo da questo prodotto ottenuto dalla pianta helianthus annuus, originaria delle Americhe.

L’olio di crusca di riso è ricavato solo dalla crusca che riveste il seme. È un olio utilizzato per le sue proprietà emollienti e decongestionanti. Non è unto: questa caratteristica lo rende perfetto per massaggi decontratturanti, i connettivali e gli sportivi, tecniche in cui è necessaria una buona presa del muscolo da parte del professionista. Si presta molto bene ai massaggi di riflessologia e per il viso, proprio per la sua leggerezza che lo rende la miglior scelta anche per i trattamenti sulle pelli grasse.

L’olio di vinaccioli è ricavato dalla spremitura dei semi degli acini d’uva. L’interesse verso questo elemento è cresciuto molto negli ultimi anni, soprattutto per la sua attività antiage dovuta alla gran quantità di polifenoli e vitamina E. È idratante e antiossidante e molto delicato, tanto da essere utile per ammorbidire le cicatrici e anche per problematiche dermatologiche come screpolature, dermatiti ed eczema.

Olio di Vinaccioli
×

Carrello