Search
Generic filters
Massaggio Rilassante: preparazione e tecniche di esecuzione

Come fare un massaggio rilassante: preparazione e tecniche di esecuzione

Il massaggio rilassante è una pratica che risale a quasi 3.000 anni prima della nascita di Cristo e trova la sua culla nella cultura orientale. Oggi come allora, il massaggio è un momento dedicato al corpo e alla mente, perché rinnova lo stato di benessere e favorisce il recupero della propria energia.

I ritmi e lo stress che caratterizzano la vita moderna trasferiscono continua tensione su alcune aree del corpo. Tali accumuli con il tempo generano dolori, contratture, inestetismi o disturbi di vario genere. Attraverso la manipolazione è possibile prendere consapevolezza del corpo, delle emozioni e dei messaggi che il fisico comunica.

Sommario

Massaggio Rilassante: personalizzazione del trattamento

Personalizzazione del trattamento

Durante una seduta di massaggio, l’operatore tratta con particolare attenzione le zone che più delle altre hanno accumulato tensioni, in funzione delle esigenze della persona.

Il trattamento verrà quindi personalizzato con tecniche di esecuzione mirate e programmando sedute singole o cicli, che possono coinvolgere tutte le parti del corpo oppure zone specifiche.

Massaggio Rilassante: zona per zona

massaggio rilassante zona per zona

Un massaggio rilassante alla testa, alle tempie, al collo e alle spalle è ideale per coloro che trascorrono molto tempo davanti a un computer o in posizione seduta. I massaggi agli arti inferiori sono particolarmente apprezzati perché i piedi sono ricchi di terminazioni nervose e il trattamento risulta molto piacevole.

E’ possibile anche concentrare il massaggio sulle gambe, soprattutto dopo uno sforzo fisico per lenire la stanchezza, o dedicare del tempo alla pelle del viso che ne trarrà beneficio sia in termini di riduzione delle tensioni sia di un maggiore tono della pelle e contorni più definiti del volto.

Massaggio Rilassante: preparazione

Come fare un massaggio rilassante: preparazione

Prima di iniziare un massaggio è opportuno preparare un ambiente idoneo, con una illuminazione adeguata, privo di distrazioni, con una musica rilassante di sottofondo. Chi riceve il massaggio, salvo che non si tratti esclusivamente di un massaggio facciale, dovrà privarsi di alcuni indumenti, quindi è fondamentale che la stanza sia alla giusta temperatura.

Per la seduta, l’operatore prepara anche alcuni teli o asciugamani per coprire le parti del corpo che non sono massaggiate in quel momento, in modo da garantire al ricevente il massimo del comfort.

Le mani dell’operatore devono essere pulite e calde: trattandosi di un massaggio rilassante, è importante tenere oli o altri unguenti alla portata: questi prodotti sono necessari per favorire lo scivolamento e ridurre l’attrito. La fragranza dell’olio potrà anche essere concordata con il soggetto.

Massaggio Rilassante: la durata

Come fare un massaggio rilassante: il tempo

Le mani devono manipolare dolcemente i muscoli senza esercitare mai pressione sulle ossa: i movimenti vanno eseguiti in modo lento e accurato affinché l’effetto benefico penetri in profondità.

A seconda dei casi, un massaggio rilassante dura almeno 40 minuti e può raggiungere anche le due ore. In funzione del tempo disponibile, quando il trattamento è dedicato a tutto il corpo, è opportuno suddividere la durata totale della seduta tra le varie regioni.

Ad esempio, considerando un’ora complessiva, cinque minuti possono essere dedicati al collo, altrettanti al viso, venti alle spalle e alla schiena, dieci a braccia e mani, dieci alle gambe e dieci ai piedi.

Qualsiasi sia la zona trattata, l’operatore deve sempre accertarsi prima di iniziare che la pelle sia perfettamente pulita e integra e che il prodotto utilizzato non crei irritazione o allergia.

Massaggio Rilassante: la scelta dei prodotti

Come fare un massaggio rilassante: la scelta dei prodotti

Oli vettori, oli essenziali, lozioni e unguenti hanno in primo luogo una funzione lubrificante fondamentale per il massaggio, ma possono altresì favorire, grazie alla loro consistenza e fragranza, il rilassamento e il rilascio dello stress.

Gli oli possono essere utilizzati singolarmente, combinati tra loro o acquistati direttamente sotto forma di miscele. Lo stress fisico trova particolare beneficio dall’olio essenziale di camomilla, bergamotto e lavanda mentre lo stress mentale può essere trattato con olio essenziale di lavanda, neroli e geranio.

Gli oli essenziali possono essere miscelati a un olio vettore principale, come l’olio di mandorle dolci, eccellente emolliente ricco di acidi oleici e linoleici; l’olio di jojoba, adatto alle pelli che soffrono di acne e sebo, o ancora l’olio di avocado che si assorbe rapidamente e promuove anche un effetto rigenerativo e antiossidante.

A seconda del tipo di olio o miscela, il liquido andrà aggiunto con una frequenza variabile perché l’assorbimento risulterà diverso nelle varie zone del corpo.

Massaggio Rilassante: le manovre

Come fare un massaggio rilassante: le manovre

E’ bene evitare il massaggio rilassante sulle zone in cui si è verificato un recente infortunio o lesione, in tutti i casi di pelle non integra, patologie legate alla coagulazione del sangue, traumi spinali.

Per quanto riguarda le tecniche di movimento, esse possono essere imparate frequentando un Corso come quello di Massaggio Rilassante, dove è possibile apprendere le conoscenze necessarie e i metodi. Tra questi, la tecnica della frizione prevede movimenti lunghi e uniformi e rappresenta la scelta ideale per le aree più grandi come la schiena. Il tocco risulta qui leggero e non viene esercitata pressione.

Una manipolazione moderata può essere applicata in assenza di dolori in modo uniforme o alternata alla tecnica precedente. I movimenti di percussione prevedono tocchi brevi e ripetuti che stimolano i tessuti. L’operatore mantiene i polsi rilassati per esercitare un tocco controllato.

La tecnica dell’impastamento consiste nell’applicare contemporaneamente una leggera pressione e un movimento di sollevamento della pelle e del sottocute: questo tipo di manovra risulta ideale in aree come la schiena, le cosce, i glutei, dove i tessuti sono più abbondanti.

Al termine della seduta, il soggetto inizierà lentamente a sollevare la testa e il fianco, appoggiandosi su un avambraccio: passerà un paio di minuti in posizione seduta e poi gradualmente potrà rimettersi in piedi per dare al corpo il tempo di riabituarsi, prima di riprendere le normali attività.

Corsi consigliati per imparare il massaggio rilassante

Di seguito trovi alcuni dei Corsi che Oligenesi ti consiglia.

Disclaimer:

Gli articoli contenuti nel blog hanno un puro scopo divulgativo e/o informativo. Non intendono sostituire il parere del medico o di altri specialisti.

Come fare un Massaggio Rilassante: preparazione e tecniche di esecuzione
×

Carrello