Search
Generic filters
Disequilibri del bacino: intervenire con i massaggi

Disequilibri del Bacino: come intervenire col Massaggio Muscolare e Decontratturante

Articolo di Daniele Fenu
Articolo di Daniele Fenu

Operatore del Massaggio Sportivo

Articolo di Daniele Fenu

Operatore del Massaggio Sportivo
Daniele Fenu

Tra le molte tipologie di massaggio, il massaggio decontratturante e quello muscolare distensivo trattano meglio il muscolo facendogli recuperare prima le sue proprietà, ovvero tono, elasticità e capacità contrattile.

Questi elementi, non trascurabili, sono alla base di una muscolatura efficiente con un un’ottima risposta agli stimoli. Se, poi, si sposta lo sguardo alla performance sportiva, divengono determinanti e queste due tipologie di massaggio assumono un ruolo importante nell’accompagnare l’atleta sia in fase preparatoria che in tutte quelle successive.

Spesso si tende a sottovalutare l’importanza di una muscolatura decontratta, specie nei casi in cui si hanno problemi di origine posturale o con insorgenza dolorosa. Si interviene sul “telaio” del corpo umano invece che sul reale problema: che cos’è che ha l’effetto compressione sul telaio, ovvero sulle ossa, ed è causa di dolore e assunzione di una postura errata?

Le manovre delle tecniche di massaggio decontratturante e muscolare allentano la tensione dei muscoli sulle ossa, specialmente in zone in cui gli ancoraggi sono maggiori, ad esempio il bacino che è sede di ancoraggio di moltissimi muscoli: gli erettori, grande gluteo, adduttore lungo, ecc.

Le apposite manovre e i giusti strumenti di lavoro (pollice, pugno, gomito, palmo) distendono le fibre e i fasci muscolari, donando al tempo stesso benessere psicofisico.

Sommario

Il ruolo dei muscoli

Disequilibri del bacino: il ruolo dei muscoli

Più comunemente chiamato bacino, le ossa pelviche sono composte dalle ossa coxali (anca), dal sacro e dal coccige. Il loro insieme costituisce la base di ancoraggio di molti muscoli importanti. Svolgono una funzione protettiva di alcuni organi vitali.

Il bacino è quella zona del corpo che divide la parte alta dalla parte bassa, è quell’anello della catena cinetica che trasmette il movimento per mezzo del lavoro sinergico di specifici gruppi muscolari.

La catena muscolare posteriore è la più estesa di tutto il corpo, dalla zona occipitale fino alla punta dei piedi. Ha una funzione anti-gravitaria e favorisce la posizione eretta.

Per catena muscolare si intende una consecuzione logica di muscoli capaci di effettuare movimenti complessi tramite l’utilizzo di infiniti schemi motori. Tutti questi muscoli lavorano in sinergia per effettuare un determinato movimento. Le catene muscolari hanno un ruolo fondamentale in tutte le funzioni motorie del corpo. Per questo, necessitano di una certa libertà da ogni problema di compenso statico.

I muscoli che fanno parte delle catene muscolari sono suddivisi in superficiali, intermedi e profondi. Hanno la funzione di mantenere la postura eretta e l’equilibrio, producono il movimento, danno stabilità e protezione.

Dando un veloce sguardo ad una interpretazione più energetico-emozionale, gli squilibri del bacino sono correlati con la capacità di radicarsi e strutturarsi.

Che cos’è un disequilibrio?

Si può definire disequilibrio quell’insieme di fattori nocivi che altera il normale stato di benessere psicofisico.

La correzione del disequilibrio può essere ricercata con vari approcci: emozionale, energetico, fisico… Lo stato generale di ciascun individuo può essere determinante nell’insorgenza del problema e il suo svolgersi è legato allo stato costituzionale più o meno forte.

Il disequilibrio segue un bio-tipo, ovvero la tendenza a manifestarsi su determinati individui con caratteristiche psicofisiche specifiche. Per esempio, un soggetto iperteso avrà la tendenza ad irrigidire la muscolatura con lo sviluppo di contratture o crampi notturni, anche se essere predisposti a un determinato problema non significa manifestarlo.

Disequilibri del bacino

Vuoi imparare il massaggio decontratturante?

Il Corso di Massaggio Sportivo Decontratturante insegna una tecnica di massaggio fra le più richieste, indicata per chi pratica attività fisica ma anche per coloro che non svolgono sport e che, ad esempio, presentano dolori cronici o una limitazione nei movimenti.

Sinergia tra massaggio Muscolare e Decontratturante nel riequilibrio del bacino

Disequilibri del bacino: sinergia tra massaggi nel riequilibrio del bacino

Precisiamo che prima di intervenire su qualsiasi problematica bisogna sempre accertarsi di avere gli strumenti e le competenze giuste per affrontare il problema.

Il bacino è punto di ancoraggio di molti muscoli importanti. La loro tensione o contrattura può portare, per l’appunto, disequilibri al bacino ma anche a gambe, schiena e collo, modificando in alcuni casi la postura per effetto della compressione dei muscoli sulle ossa. 

Il corpo umano è composto da 31 coppie di nervi spinali, tra cui 5 sacrali e una coccigea. Il famoso nervo sciatico, responsabile di molte problematiche, è uno dei nervi sacrali che si infiamma a causa della contrattura del muscolo piriforme nella maggioranza dei casi. Questo è solo un esempio, probabilmente il più comune, di come un muscolo contratto comprometta la funzionalità del movimento. 

Nel suo insieme il bacino ospita l’articolazione coxo-femorale. La sinergia dei muscoli pelvici e della coscia permette i vari movimenti tra cui: flessione, estensione, adduzione, abduzione e rotazione.

Avere la muscolatura del bacino contratta è anche causa del fastidioso e, in alcuni casi, invalidante mal di schiena nell’area lombo sacrale. Questo fenomeno causa un dolore diffuso nella zona interessata, con propagazione agli arti inferiori e in alcuni casi nell’area addominale. Eseguire il massaggio decontratturante con apposite manovre e i giusti strumenti di lavoro, ad esempio pollice e gomito, decontrae in profondità, sciogliendo le tensioni muscolari e aiutando il muscolo a riacquisire le sue specifiche proprietà. Prima di intervenire su una contrattura che limita il movimento è sempre bene scaldare l’area con delle frizioni e valutare la mobilità con circonduzioni graduali.

Il pollice in digitopressione statica permette una percezione più elevata delle contratture, il trovare i punti di repere su cui fare un lavoro localizzato su un’area ristretta, ed è considerato uno strumento con funzionalità più “chirurgiche”. Il gomito, ad esempio, viene utilizzato su muscoli più possenti, come il gluteo o i paravertebrali, tenendo sempre conto della fisicità del cliente.

Il massaggio decontratturante e quello muscolare distensivo possono essere utilizzati sinergicamente. Entrambi condividono alcune manovre ma hanno effetti differenti: il muscolare può essere utilizzato per il mantenimento delle caratteristiche del muscolo, come forma di prevenzione, rilassare il muscolo in profondità, allentando e prevenendo tensioni che si possono ripercuotere sullo stato di salute.

Il loro impiego nel caso posto in esame potrebbe essere tramite un trattamento decontratturante su gluteo e coscia e successivamente un massaggio muscolare distensivo su tutta la C.M.P. Ovviamente ci possono essere molte combinazioni tra i due trattamenti, integrando anche delle manovre di stretching apposite che allentano la tensione muscolare sul bacino. Questi trattamenti li potete trovare all’interno del Percorso di Operatore del Massaggiatore Sportivo.

Come imparare il Massaggio Muscolare e quello Decontratturante

Oligenesi propone 2 diversi Corsi per apprendere il massaggio sportivo decontratturante e quello muscolare distensivo:

  • Il Corso di Massaggio Sportivo Decontratturante ti insegna come lavorare sulla muscolatura, al fine di prevenire gli infortuni e preparare il cliente all’attività fisica. Potrai lavorare sia su atleti che su persone che non praticano sport.
  • Il Corso di Massaggio Muscolare Distensivo ti permette di apprendere una tecnica con cui trattare ed interpretare una contrattura muscolare dal punto di vista anatomico-funzionale ma anche da quello olistico ed energetico.

Entrambi questi Corsi sono inclusi all’interno del Percorso di Operatore del Massaggio Sportivo, consigliato da Oligenesi a chi desidera prepararsi con competenza alla professione di Operatore del Massaggio Sportivo, ruolo fondamentale per la preparazione sportiva.

Disclaimer:

Gli articoli contenuti nel blog hanno un puro scopo divulgativo e/o informativo. Non intendono sostituire il parere del medico o di altri specialisti.

Disequilibri del Bacino: come intervenire col Massaggio Muscolare e Decontratturante
0
    0
    Il tuo Carrello
    Il tuo Carrello è vuoto
      Calculate Shipping
      Inserisci un Codice Promozionale
      ×

      Carrello