Search
Generic filters
Massaggio Linfodrenante: quante sedute sono necessarie

Massaggio Linfodrenante: quante sedute sono necessarie

Il Massaggio Linfodrenante interviene sul flusso dei vasi linfatici con benefici in termini di migliore circolazione ed un effetto favorevole sul drenaggio dei liquidi stagnanti. Il linfodrenaggio promuove il circolo linfatico ed è una tecnica particolarmente dolce e armonica, che mira all’equilibrio idrico dei tessuti.

Una delle tecniche più applicate è il metodo Vodder, dal nome del biologo danese che negli anni ’30 ne ha messo a punto il protocollo per favorire lo scorrimento della linfa nel corpo.

Lista dei contenuti

Vuoi imparare il Linfodrenaggio Vodder?

Frequentando il Video Corso Online di Linfodrenaggio Vodder per Gambe Sgonfie, sulla piattaforma online di Oligenesi, potrai apprendere tutti i segreti di questo particolare metodo ad effetto drenante.

Massaggio Linfodrenante: trattamento necessari

Massaggio linfodrenante: quanti trattamenti servono per risultare efficace

Per comprendere come programmare il numero di sedute di Massaggio Linfodrenante è importante capire come funziona questo trattamento, perché a seconda dei risultati, delle motivazioni e delle aree in cui si interviene, possono essere impostati cicli di durata differente.

La linfa ha il compito di ripulire l’organismo dalle scorie metaboliche che si accumulano nei tessuti ed il suo percorso è paragonabile a quello del sangue, con la differenza che i due fluidi scorrono diversamente.

Il sangue utilizza il cuore come pompa e scorre ininterrottamente mentre la linfa si avvale delle contrazioni muscolari: proprio su questo principio si basano i Massaggi Linfodrenanti.

Per essere efficace, il Massaggio Linfodrenante deve essere programmato ed eseguito in modo specifici, ed il numero di sedute e la loro durata è diversa a seconda del soggetto e della situazione da trattare.

Uno degli utilizzi più popolari del Massaggio Linfodrenante è il contrasto ai fenomeni della ritenzione idrica e della cellulite, migliorando l’aspetto degli arti inferiori: il linfodrenaggio è particolarmente efficace nel promuovere la scomparsa del gonfiore e l’eliminazione dei liquidi in eccesso, con effetti che si notano sin dalla prima seduta, e la diminuzione graduale dell’inestetismo.

Il livello di ristagno dei liquidi è diverso a seconda della regione del corpo e della persona, e proprio sulla base della situazione iniziale e di come il corpo risponde al trattamento, sarà possibile per l’operatore programmare un numero adeguato di manipolazioni.

Massaggio linfodrenante: quante sedute e perché è così popolare

Il linfodrenaggio aumenta la corrente linfatica che preleva dalla zona le sostanze nocive, consentendo l’arrivo di linfa fresca, ricca di attivi con una azione plastica e ricostruttiva.

Il Massaggio Linfodrenante favorisce anche una migliore ossigenazione delle cellule, il nutrimento dei tessuti, permette il ricambio cellulare, il potenziamento delle risorse immunitarie ed il miglioramento della condizione estetica. I benefici sono percettibili sin dai primi trattamenti, ma i risultati iniziano ad essere osservabili sul corpo dopo almeno un ciclo completo di 15-20 massaggi, indicativamente.

Il linfodrenaggio manuale permette di rigenerare i tessuti e ridurre gli accumuli che spesso possono essere anche causa di dolore, riequilibrando il sistema neurovegetativo e favorendo allo stesso tempo uno stato di rilassamento, sia psicologico che fisico.

Massaggio Linfodrenante: come strutturarlo

Massaggio linfodrenante: come strutturarlo

Un buon Massaggio Linfodrenante inizia da movimenti di scarico che avvengono sul collo, sul viso e clavicole. I primi risultati del Massaggio Linfodrenante si notano già dalle ore successive al primo trattamento, osservando un aumento della diuresi.

Prima di iniziare il massaggio, l’operatore si informa sullo stato del soggetto e la presenza di eventuali disturbi, così da poter valutare l’intervento più efficace, anche in sinergia con altri percorsi che eventualmente sta seguendo. Il linfodrenaggio è controindicato in caso di infezioni in fase acuta, insufficienza renale o cardiaca, asma, ipertiroidismo, cute lesa.

Il Massaggio Linfodrenante completo agli arti inferiori, secondo il metodo Vodder, richiede quasi 2 ore: quindi è importante dedicare il giusto tempo al trattamento e programmare il numero di sedute necessarie. Per apprendere le tecniche del massaggio drenante si raccomanda la frequenza di un corso come questo: Corso di Massaggio Drenante.

Un’altra caratteristica del linfodrenaggio manuale è che tradizionalmente si pratica sempre senza olio e sostanze grasse, per garantire al massaggiatore il massimo controllo nei movimenti. Per favorire lo scivolamento è possibile utilizzare del talco o dell’amido di riso, ma si tratta di un massaggio che sostanzialmente deve rimanere asciutto.

Massaggio Linfodrenante: benefici e controindicazioni

Benefici e controindicazioni del massaggio linfodrenante

Il Massaggio Linfodrenante migliora lo scorrimento della linfa nell’organismo, generando un effetto di contrasto non solo a fenomeni come la ritenzione idrica e la cellulite, ma in generale ad eventuali edemi ed accumuli. Tale proprietà lo rende sinergico rispetto a terapie della medicina classica, comprese le fasi che seguono interventi chirurgici.

Questo tipo di manipolazione sostiene anche il sistema immunitario a livello localizzato e può essere indicato per favorire una più rapida cicatrizzazione. Anche in questi casi il numero di sedute è funzionale all’obiettivo che si vuole ottenere: per favorire una cicatrizzazione o accompagnare il soggetto in un recupero post-intervento possono essere utili cicli continuativi di Massaggio Linfodrenante fino al raggiungimento del risultato (da alcuni mesi ad un anno, ad esempio, con almeno una seduta a settimana).

Quante sedute programmare per un massaggio linfodrenante

Per quanto riguarda la frequenza, il Massaggio Drenante, con finalità di contrasto a cellulite e ritenzione idrica, può essere programmato in cicli di almeno 2 mesi, con uno o due massaggi a settimana, a seconda delle necessità del ricevente.

Il numero delle sedute di Massaggio Linfodrenante varia in funzione della severità della situazione e del tipo di risultato che si vuole ottenere: di solito si prevede una fase di trattamento d’urto con un pacchetto di massaggi da almeno 10 sedute, più una seconda fase di 6 sedute di mantenimento.

Dopo questa fase, si può programmare un linfodrenaggio manuale ogni 10-15 giorni per un anno, quindi 2 o 3 sedute al mese, anche in funzione di altri trattamenti di medicina naturale o tradizionale, che l’individuo sta eventualmente portando avanti insieme.

La durata di una seduta è di circa 45 minuti, a seconda della zona da trattare e del metodo utilizzato, ma come abbiamo anticipato si possono raggiungere anche le 2 ore di trattamento.

I benefici del Massaggio Linfodrenante sono amplificati e quindi il linfodrenaggio manuale risulta ancora più efficace seguendo una dieta pulita ed uno stile di vita sano, con una regolare attività fisica.

Corsi consigliati per imparare i Massaggi ad effetto Drenante

Di seguito trovi alcuni dei Corsi che Oligenesi ti propone sui trattamenti ad effetto drenante.

Disclaimer:

Gli articoli contenuti nel blog hanno un puro scopo divulgativo e/o informativo. Non intendono sostituire il parere del medico o di altri specialisti.

Massaggio Linfodrenante: quante sedute sono necessarie
0
    0
    Il tuo Carrello
    Il tuo Carrello è vuoto
      Calculate Shipping
      Inserisci un Codice Promozionale
      ×

      Carrello