Oligenesi | Scuola di massaggio

Per Informazioni 800 960 232

Search
Generic filters
Massaggio Rilassante: manovre ed effetti

Massaggio Rilassante: manovre e tecniche

Avvicinarsi al mondo dei massaggi significa familiarizzare con tecniche come lo sfioramento, lo sfregamento, l’impastamento, la percussione e la vibrazione. Queste sono le manovre principali del massaggio che vengono usate in qualsiasi tipo di trattamento.

Sommario

Massaggio Rilassante: manovre ed effetti

Massaggio Rilassante: manovre ed effetti

L’operatore ha il compito di individuare i movimenti più adatti a seconda della situazione e stabilire quale pressione esercitare in funzione delle aree e dell’obiettivo.

I ritmi veloci preparano i muscoli allo sforzo fisico, attraverso un aumento del tono, mentre i ritmi più lenti hanno al contrario un effetto rilassante e analgesico, risultando perfetti in caso di stanchezza o dopo un importante sforzo fisico.

Massaggio Rilassante: sfioramento e sfregamento

Lo sfioramento e lo sfregamento

La tecnica dello sfioramento è quella che solitamente inizia e conclude una seduta di massaggi. Questa manovra si effettua lasciando scivolare le mani ed esercitando una leggera pressione, preparando il corpo alle azioni successive. Il movimento si esegue con entrambe le mani, insieme o alternate: l’importante è che la manovra sia continua e che si utilizzi la mano completamente, sia il palmo che le dita. Quando si impiega una sola mano, l’altra rimane comunque appoggiata al ricevente, in modo da dare continuità allo sfioramento, senza interrompere il circuito energetico che si crea tra il massaggiatore ed il cliente.

La manovra dello sfregamento è simile alla precedente ma l’intensità e la forza applicata sono superiori. Intervenendo con una pressione più decisa, vengono stimolati i vasi linfatici e il ritorno venoso, quindi è fondamentale che la direzione di questo movimento segua il senso del circolo venoso.

Massaggio Rilassante: frizione

La frizione

La manovra della frizione si distingue dalle due precedenti perché, anziché muoversi sul corpo, le mani restano in una posizione fissa: la pelle e tessuti lavorati sono quelli che scorrono sotto la cute (in genere petto e addome, schiena, gambe e braccia). La frizione ha il compito di scollare le aderenze cicatriziali, migliorando la vascolarizzazione e la capacità dei tessuti di scorrere l’uno sull’altro.

Queste aderenze, infatti, spesso alterano la capacità di estensione muscolare, rendendo la struttura rigida. Quando si esegue la manovra della frizione sulle piccole articolazioni, l’operatore solitamente utilizza la punta della dita o il polpastrello. Sovrapponendo i pollici si può aumentare la pressione. Lavorando sui muscoli è possibile utilizzare le mani sovrapposte e, a seconda della necessità, trattare la pelle con le dita o le nocche. Su ciascuna zona l’operatore si sofferma circa 6-7 secondi, ripetendo il passaggio almeno cinque o sei volte.

Massaggio Rilassante: impastamento

L'impastamento

La tecnica dell’impastamento prevede che il tessuto sia sollevato e spostato trasversalmente: per tale motivo può essere eseguita solo nelle aree del corpo in cui è presente massa muscolare. Esercitando una manovra più o meno profonda, a seconda delle aree, l’impastamento è destinato alle zone delle cosce, dei fianchi e dei glutei. Eseguendo un impastamento su piccole zone, il movimento prende il nome di pizzicottamento, perché sfrutta il pollice è l’indice stimolando la pelle con un’azione di dilatazione sui vasi.

La manovra di impastamento profondo prevede l’utilizzo di entrambe le mani: quando il muscolo viene compresso si genera un effetto drenante per via della liberazione dei liquidi. A seconda quindi del movimento, l’impastamento può avere un effetto più drenante o più stimolante nei confronti della circolazione.

Massaggio Rilassante: percussione e vibrazione

La percussione e la vibrazione

La tecnica della percussione è perfetta per gambe e schiena: si esegue picchiettando in modo continuo e rapido, con una intensità variabile a seconda dell’effetto. Il movimento si può realizzare con le dita, i bordi della mano e con le mani a cucchiaio. L’azione di questa tecnica può essere più sedativa o più stimolante: se utilizziamo i polpastrelli l’effetto sarà tendenzialmente calmante mentre la mano di taglio, esercitando una percussione più forte, otterrà un effetto tonificante. In ogni caso andremo ad intervenire positivamente sulla capacità di contrazione dei muscoli, sul metabolismo e, di riflesso, sul sistema nervoso.

La tecnica della vibrazione usa i polpastrelli o l’intera mano per trasmettere movimenti brevi che scuotono il tessuto sottocutaneo (una zona su cui spesso viene praticata è la zona tra le scapole). La vibrazione si trasferisce alle aree più lontane in direzione verticale o orizzontale. A seconda dell’ampiezza del movimento e dell’energia applicata, l’effetto sarà sedativo o stimolante.

Massaggio Rilassante: operatore

Massaggio Rilassante: l'operatore

Chi effettua il massaggio organizza la seduta in modo da applicare tutte le tecniche necessarie, tenendo in considerazione anche la costituzione del soggetto e le sue necessità. Ogni trattamento quindi sarà personalizzato e differente.

Per apprendere i metodi e la manualità necessarie, è possibile frequentare un Corso, come quello di Operatore del Massaggio Olistico I Livello, che fornisce un approccio completo al massaggiatore per operare sia sul piano fisico e mentale, ma anche emotivo ed energetico.

Un aspetto che però accomuna tutte le sedute è il tipo di manovra che apre e che conclude il trattamento: ogni massaggio infatti inizia e termina con movimenti lenti, continui e piacevoli, mentre le tecniche ad intensità più elevata si riservano per la parte centrale dell’appuntamento.

Corsi consigliati per imparare il massaggio rilassante

Di seguito trovi alcuni dei Corsi che Oligenesi ti consiglia.

×

Carrello