Oligenesi | Scuola di massaggio
Search
Generic filters
Come fare un Trucco in stile Giapponese

Come fare un trucco giapponese

Il mondo del make up è un settore artistico in continuo mutamento e, sempre in cerca di nuove tendenze. Un campo lavorativo questo, che non si ferma mai!

La ricerca continua di nuove tecniche provenienti da qualsiasi parte del mondo, rende unico questo lavoro.

All’interno di questo contenuto però, ci soffermeremo sul trucco giapponese. Capiremo quali sono le sue peculiarità, perché è così tanto amato e di tendenza e come poterlo ricreare.

Sommario

Trucco tradizionale giapponese: la nuova tendenza

Famosa è la skincare giapponese e coreana. Le donne, ma anche gli uomini giapponesi, curano con estrema costanza la loro pelle mediante una skincare routine estremamente strutturata e con almeno una decina di prodotti. Tuttavia, la loro cura della pelle già la conosciamo, vogliamo piuttosto, soffermarci sul loro make up così tanto di tendenza.

Il make up giapponese è unico nel suo genere e completamente diverso rispetto a quello europeo ed americano. Grazie anche al mondo dei social, è diventato molto famoso e particolarmente apprezzato in tutto il mondo.

Molte infatti, sono le influencer occidentali che tentano di ricrearlo nei loro contenuti ma, dobbiamo dire, richiede una tecnica particolare ed una conoscenza del settore make up molto approfondita.

Vuoi imparare a fare un trucco giapponese?

Se desideri imparare come realizzare un make up in perfetto stile giapponese, frequenta il Percorso Professional Academy Make Up Artist, con cui puoi acquisire le competenze di trucco professionale.

Caratteristiche principali del trucco giapponese

Il make up giapponese prevede, anzitutto, una base viso perfetta e chiarissima.

Le labbra sono rosse, ma apprezzano anche tutte le sfumature del color fragola e ciliegia. Se notate poi, il rossetto viene applicato con una tecnica particolare: il centro delle labbra, verso la mucosa, è parecchio sfumato. Il colore quindi, non è “pieno” e vibrante. Bensì, lo si vuole senza però marcarlo eccessivamente.

Gli occhi invece, sono ben incorniciati, preferibilmente, di nero ma anche di marrone, tutte le sue sfumature sono concesse.

I trattamenti richiesti per realizzare un trucco giapponese

Entriamo più nello specifico e approfondiamo i vari passaggi.

Dopo aver effettuato una lunga skincare, il primo passaggio che fa una donna giapponese, è quello di applicare un fissante per il make up, il nostro tradizionale primer viso. È sostanzialmente una cera profumata che, appunto, è in grado di fissare per lunghe ore il make up che successivamente andrà applicato. In particolare, si va ad insistere su tutte quelle parti soggette a rughe. Lo si applica, oltre che sul viso, anche su spalle e collo.

Ora si passa al fondotinta. La colorazione di quest’ultimo è davvero bianchissima ed è un mix tra polvere di riso ed acqua. Va tutto miscelato fra loro fino a che, si ottiene una pastella dalla corretta consistenza. Esistono certamente anche i “fondotinta classici” ma, moltissime donne, preferiscono procedere in questo modo. Viene poi applicato, mediante l’uso di un pennello, ovunque: anche sul retro del collo. Infine, si tampona l’eccesso con una spugnetta. Molto apprezzate sono anche le bbcream o i fondotinta cushion.

Il blush preferito dalle giapponesi è in versione crema con effetto vellutato. Le gote sono particolarmente rosate ed i colori preferiti sono le tonalità accese del rosa e del rosso.

Particolarmente gradito è anche l’illuminante.

Gli occhi, come abbiamo già visto, sono contornati con una matita nera (o eyeliner) perché si desidera avere uno sguardo contornato ed intenso. Sulla piega palpebrale invece, si crea una sorta di ombreggiatura di color pesca rosata per dare tridimensionalità e profondità all’occhio. Infine, si applica tantissimo mascara.

Anche le sopracciglia sono estremamente definite: possibilmente grafiche, le si ridisegna con una matita.

Le labbra sono colorate di rosso, o color ciliegia, ma la tecnica utilizzata è diversa rispetto a quella che viene utilizzata in occidente. L’applicazione del rossetto non avviene direttamente dallo stick ma viene prelevato con un pellino dalla punta sottile e poi, sfumato. Ci si concentra sopratutto sulla parte centrale. Vanno bene anche le tinte labbra ed un velo di gloss.

Trucco giapponese: quali prodotti usare per ricrearlo

I prodotti da usare per un trucco giapponese

I prodotti non sono moltissimi, se li paragoniamo a quelli necessari ai look europei o americani.

Per ricreare un look giapponese, vi serviranno i seguenti prodotti:

  • un fondotinta particolarmente chiaro o bbcream
  • un blush in crema rosato acceso
  • eyeliner nero, matita scura e mascara
  • rossetto in stick o tinta labbra
  • illuminante (facoltativo)

Per comodità, esistono diversi Kit completi di tutto il necessario per realizzare un trucco professionale, da poter usare per qualsiasi occasione. Potreste optare ad esempio per il kit make up completo di Oligenesi, o anche il set di pennelli, con cui poter realizzare un perfetto make up giapponese, o anche un trucco da tutti i giorni.

Come diventare esperti di trucco giapponese

È possibile provare a sperimentare nuove tecniche su di sè e divertirsi provando a diventare “un’altra persona“, tuttavia, se invece si vuol diventare un vero e proprio professionista del settore, è necessario seguire un corso professionale, come il Percorso per diventare Make Up Artist di Oligenesi.

Durante le lezioni verrà alternata teoria e pratica. Il confronto con un insegnante e con gli altri alunni del corso, vi sarà utile per apprendere il più possibile. Inoltre, durante il percorso formativo avrete la possibilità di truccare i vostri colleghi: lavorare sugli altri è infatti molto importante perché vi permette di fare pratica. Ogni volto è differente, ogni occhio ha una forma differente ed anche le tipologie di pelle variano.

Il trucco giapponese potrebbe sembrare complesso ma, in realtà, non lo è. I prodotti sono pochi ed i passaggi sempre gli stessi. Quello che è fondamentale, in questo caso specifico, è la tecnica. È infatti un make up molto strutturato e tecnico.

Disclaimer:

Gli articoli contenuti nel blog hanno un puro scopo divulgativo e/o informativo. Non intendono sostituire il parere del medico o di altri specialisti.

×

Carrello